oppure fai la login con:

Limpostazione di connessione API non funziona. provare a cambiare impostazione da lopzione del modulo o controllare le impostazioni di php.ini per(cURL support = enabled OR allow_url_fopen = On)

Login
vai alla Omnipage QuiSiamo!
I tuoi annunci

Scegli la Lingua


Percorso

SiteMap


Pubbli Spot


  • Contatta quisiamo.it
  • Clicca per contattare l'Antiga Sciamadda
  • Contatta quisiamo.it
  • Contatta quisiamo.it
  • Contatta quisiamo.it
Previous Next

Files Sharing

Utenti


Lista Utenti

Ultimi utenti registrati:

  • Stevenpaymn
  • AlvaroLoume
  • Anthonynum
  • Marshallacl

Utenti on line:

Abbiamo 186 visitatori e nessun utente online


Utenti e Visite


Visitatori
97
Articoli
82
Web Links
11
Visite agli articoli
218273


Ti piace il nostro sito?

Metti il codice QuiSiamo! nel tuo sito

Clicca qui per votare
QuiSiamo! è su
   Google+   

La Chat Qui Siamo!

affiliato ciao.it


Oggi in evidenza

Book Library

 

 Book Library! I vostri libri online!

 Note generali   e  modalità d'uso

   è 
arrivato!

Link sponsorizzati

Natale falso e amorale

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 5.00 (1 Voto)

Uno storico imbroglio usando i bambini
“E’ morale crescere i nostri figli con ideali e miti destinati a essere per loro una delusione?”

Mentre scrivo, mi risuona in testa il pensiero “attento, non si tocca l’intoccabile” e  la canzoncina della pubblicità: “è Natale, è Natale, si può dare di più...”. "Speriamo che la tolgano, e che licenzino quell’imbecille pubblicitario”, pensavo... Sembra una presa in giro, più di quello che stiamo dando tutti cosa dovremmo dare ancora, in questo terribile 2012? Non fatemelo dire...

Mai come oggi la festa  religiosa appare diventata nei secoli il simbolo dello spreco, della menzogna storica, del consumismo più sfrenato.  Ma questo, lo sappiamo.

La domanda è:  è giusto e morale crescere i nostri figli con ideali e miti  - che se fasulli  inequivocabilmente crolleranno con la maturità - destinati ad essere per loro un’amara delusione,  giustificandolo per esempio con rappresentazioni fiabesche e sdolcinate di feste religiose?

No, non è una domanda difficile. Se non l’avete capita, rileggetela…

Insomma,  il Natale, la festa dei bambini e della bontà, è una falsità totale? Un imbroglio?

Non si parla qui dell’esistenza di Babbo Natale, malgrado le immagini dell’articolo, perché preferiamo evitare queste banalità.   Purtroppo del Natale e della bontà questo lardoso barbone sembra esserne  diventato il simbolo, e non si potevano mettere le mascherine a Gesù Bambino…francamente ci sembrava eccessivo. Né intendiamo fare del qualunquismo popolare o della ricerca o qualsivoglia analisi storico-scientifica: tutto quello che leggerete può essere verificato e dimostrato con un semplice controllo su internet.  In più chi scrive è un cattolico credente, ma poiché ciò non significa anche essere ottusi e negare l’evidenza, il sostenitore del pensiero libero non può non esternare alcune doverose considerazioni,  sostenute da prove senza possibilità di confutazione se non da parte di persone equivoche e in mala fede, di  qualunque ceto e religione siano.

La domanda pare legittima se si pensa che la festa del Natale in quanto tale rappresenta la natalità di Gesù. Avete detto nulla: è un caposaldo della nostra “civiltà”. In realtà fu un concilio politico voluto  da Costantino a “consacrarne” la nascita e resta da capire come mai essa esista invece da 5000 anni, e perché il 25 dicembre sia festeggiato per esempio anche Mitra, il dio persiano induista, già presente nel mediterraneo orientale uno o due secoli prima di Cristo. Anzi pare che le piu recenti scoperte archelogiche abbiano  anche dimostrato che  il mitraismo  sia stata la fonte ispiratrice del nostro cristianesimo. Cioè noi avremmo “copiato” la nostra religione.  E in realtà non solo Mitra, ma anche Krisna, l’indiano Buddha, lo scandinavo Odino, il siriano Tammuz, il gallico Thor, l’egiziano Horus, i messicani Quetzalcoalt e Gentaut, il greco Cadmo e Dionisio (che usava compiere riti con pane e vino – anche lui - , così come la tribù ebraica degli Esseni, da dove proveniva il Battista e in cui Gesù fu iniziato), il maestro divino Platone, Adone figlio della dea vergine Lo, i romani Issione e Quirino, ecc ecc…

Che confusione! Perché non sono pochi gli esperti che affermano che tutti questi dèi nacquero da una vergine il 25 Dicembre, morirono e resuscitarono, compirono miracoli e furono chiamati il “Salvatore”, proprio come il “nostro” Gesù.  Si sconfina qui nel teoretico e nell’esilarante,  e non è nostra intenzione.

Si potrà ribattere che comunque lo si  chiami,  Dio, Allah o Paolino, sempre Dio è. Ma come trovare una logica coerente in questo folle minestrone cronologico in cui non quadra mai nulla come dovrebbe?

In fondo non è stolto vedere le religioni come un argine posto per l’unione diretta naturale tra l’uomo e la divinità, che da sempre esiste fin dal “Dies Natalis Solis Invicti” presente in varie forme da oltre 5mila anni, al fine di far sottostare il gregge al governo dei potenti. Confutabile forse, ma solidamente logico.

Pensiamo solo alla “curiosità” della “cerimonia di nozze di Canaan” delle tribù ebraiche, che ha origine da quelle stesse credenze di 3 millenni prima di Cristo.  E ancora: durante il solstizio del 25 dicembre  il Sole smette percettibilmente di muoversi verso Sud per  tre giorni, rimanendo quindi in prossimità della Croce del Sud, la Costellazione Crux,  per poi iniziare a muoversi di nuovo verso Nord, facendo presagire giorni più lunghi, calore e primavera. E’ evidente allora quanto non si faccia molta fatica a capire perché il Sole – Gesù -  sia morto sulla Croce – Crux - per risorgere dopo tre giorni... e tutto ha una spiegazione scientifico-astronomica, dai tre Magi (le 3 stelle di Orione più luminose nel cielo) alla Cometa (la stella Sirio, l’altro astro più luminoso ancora che il 24 dicembre si allineò con le tre stelle) e così via...

Io non credo alle coincidenze, soprattutto quando si tratta di nomi e linguaggi documentati dagli storici, geografici  e archelogogi con fatti e testimonianze accertate...e voi?

La stessa Wikipedia,  che dà peraltro una visione cristiana del Natale, ne cita le ipotesi alternative definendole però “un tentativo di assorbimento di culti precedenti”, ignorando stranamente la evidente documentazione storica al riguardo e denotando una certa limitatezza di informazione, quasi da “regime”...

Insomma, potremmo anche fare un sondaggio tipo:

  1. Volete il Natale e le lucette e il panettone e i regali e le abbuffate? Si/no…ma lasciate fuori almeno Gesù, per favore.
  2. Volete la messa la capanna il bue e l’asinello? Si/no…ma via Babbo Natale, al massimo sposatelo con Halloween o la befana, tanto alle americanate ormai siamo abituati…

Fuor dalla battuta, si vuole dire: la Pasqua è Pasqua. Sì, le uova di qua e il panettone di là, ma si festeggia solo la Resurrezione e nessun grassone leggiadro scende dal camino…invece sto Natale è un bel pasticcio,  e in chiave mondiale per di più.

Al di là di queste e altre considerazioni, Babbo Natale, la capanna di Gesù, le bugie bianche e quelle nere che ci siamo inventati per giustificare i nostri comportamenti al limite…resta il fatto che una bugia è una bugia, che non riesco a pensare a nulla di più diseducativo, e che forse dovremmo infine cominciare a costruire un mondo più...”sincero” e meno fiabesco.  Sì, ok, saranno anche bugie “a fin di bene” e “magiche” e “aiuteranno a crescere” come si dice...ma a me sembra che aiutino soprattutto un commercio sfrenato, che sarebbe poi l’unico a rimetterci veramente.

E ripeto la domanda d’apertura;  è giusto, e soprattutto “è morale”, insegnare ai nostri figli la “nostra interpretazione” della natura e della vita, piuttosto che il concetto che è alla base della natura stessa e della formazione di ogni essere vivente, umano o no, e cioè che il vero  miracolo, da amare, rispettare, coltivare, difendere a qualunque costo… è la VITA stessa, è l’AMORE? E che questi sono DIO? Insegnare quello che si sta perdendo:  il rispetto per la vita e per ogni essere vivente. Così, semplicemente.  Senza altre parole. Chissà, forse anche parlare di bontà, a questo punto potrebbe sembrare meno “ipocrita”.

BUON NATALE

C.S.

 

Alcuni articoli su Internet

http://www.ukizero.com/2011/12/la-menzogna-di-natale/

http://www.protestantesimo.it/babbonatale.htm

http://genitoricrescono.com/bugia-babbo-natale/

http://www.cai.org/it/studi-della-bibbia/natale  (Christian Assemblies International)

e tanto altro ancora…

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

 

Cerca nel Sito


Cercaci anche su
   Google+   

Mailing News List

Ultime dal forum

Spazio consigli


  • Mamoarte su Facebook
  • L'Autocarrozzeria Locatelli

Calendario Eventi


Dicembre 2017
D L M M G V S
26 27 28 29 30 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31 1 2 3 4 5 6

Cerca Eventi



I vostri Feedbacks




Nuovapoesia

Salottino Letterario

Vetrine sul Web

Mr Link      Allidalli.it Directory
Page Speed 0.93 Seconds

Provided by iJoomla SEO

Upload/download files/libri



 
browsers consigliati

segnalato da 

Mystartpage

NonSoloTigullio.com

 

Grazie a...

segnalato da 

ProfDirectory - directory web

Page Ranking Tool Cristiano Sias Informatica
Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione(Art.21-C.I.)
Copyright© 2017 QuiSiamo! di Cristiano Sias.  Tutti i diritti riservati.  CMS Joomla! Software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
Il template The Ocean è stato progettato da Hilliger Media per Joomla! e personalizzato da Cristiano Sias (Copyright © 2011-2012).

Traduci la pagina: