pubblicità

pubblicità

           

1 1 1 1 1 Voti 0.00 (0 Voti)

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il risultato elettorale che scaturisce dalle urne indica una strada precisa che ha origine profonda nel Dna stesso degli Italiani, che molti temevano forse di aver perduto.

Il perfetto allineamento tra la Camera e il Senato, per la prima volta nella storia della Repubblica, è indice di una tendenza che oltre a mostrare una maggiore maturità delle nuove generazioni, dai 18 ai 25 anni, anche sulle basi di idee diverse mostra un percorso trasversale inconfutabile che sarebbe un errore trascurare. Le meteore politiche degli ultimi 20 anni - e in un certo senso anche Berlusconi lo è stato - votate o imposte che fossero sono in estinzione. Chi ammoniva sventolando lo spettro di un disastro economico, al di là delle ovvie faziosità, fa ora i conti con una blanda reazione dei mercati già vacinati da situazioni altrettanto epocali come la Brexit e il rimescolamento politico tedesco.

Il renzusconismo è morto, questo è evidente, la vecchia politica ha perso. Nord e Sud per la prima volta si siedono uno di fronte all’altro. Ma sarebbe un altro errore considerare l’Italia divisa in due, perché è una divisione apparente che nasce da esigenze comuni di dialogo, comunicazione e coesione. L’italiano vuole ancora essere protagonista e non una voce di bilancio, come ultimamente un po’ tutti ci sentivamo.

Il paese ha bisogno di solidità e fiducia, il popolo lo chiede a gran voce soprattutto con questo passaggio epocale da populismo a popolare, da forza antisistema a forza istituzionale. Stavolta non saranno ammessi errori. C’è voglia di stabilità, arriveranno sicuramente ancora giorni di maltempo, settimane, ma alla fine spunterà il sole.

Collegati o registrati per discuterne sul forum o lasciare un commento

Link sponsorizzati

Leggi anche:

pubblicità

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to Twitter