pubblicità

pubblicità

           

1 1 1 1 1 Voti 0.00 (0 Voti)

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Una storia infinita: sembra ieri quando i no Tav impedivano la presa di possesso di alcuni terreni a Serravalle e Il consorzio Cociv assicurava: operazione quasi completata. Ma la tensione era alta, la battaglia sembrava appena cominciata e venivano bloccati da gruppi di attivisti No Tav i primi tentativi da parte dei tecnici del Cociv (Consorzio Collegamenti Integrati Veloci) di prendere possesso di un lotto di terreno in frazione 'Libarna' di Serravalle Scrivia sul quale era previsto il passaggio della linea ferroviaria Genova-Milano.

Rivolta contro il Terzo Valico bloccati gli espropri a Serravalle

Quante cose si susseguivano, mentre fonti di Impregilo, capofila del Cociv (Consorzio Collegamenti Integrati Veloci), riferivano che erano state completate le operazioni per prendere possesso della maggior parte degli altri lotti di terreno (circa una ventina), in realtà venivano bloccati dai No Tav i primi tentativi da parte dei tecnici di prenderne possesso.

I No Tav che avevano manifestato a Serravalle Scrivia erano circa un centinaio. La manifestazione si era svolta senza alcun incidente e senza sosta, finivano a mezzanotte per riprendere l'indomani.
Nel frattempo una cinquantina di abitanti di Serravalle Scrivia e di Arquata, proprietari del 95 per cento dei terreni, avevano presentato ricorso al Tar del Piemonte impugnando il decreto di esproprio e chiedendo una sospensiva d'urgenza. La decisione dei giudici amministrativi era attesa con ansia. L'ambiente era in fibrillazione.

E poi, un susseguirsi di battaglie e vicende che riempie anni e fascicoli di avvenimenti, episodi e vicende, fino a chiederci oggi: "a che punto siamo?". Di nuovo ambiente, sfilate, proteste, siamo arrivati a Sezzadio e chissà dove ancora, in una evoluzione generale dove anche per l'opinione pubblica coloro i quali venivano chiamati "attivisti", quasi fossero simili a dei terroristi di condominio di campagna, in fondo "forse, qualche ragione" ce l'avevano. O no?

(fonte No Tav e No Discarica marciano uniti - http://www.lastampa.it/)

Collegati o registrati per discuterne sul forum o lasciare un commento

Link sponsorizzati

Leggi anche:

pubblicità

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to Twitter