pubblicità

pubblicità

           

1 1 1 1 1 Voti 0.00 (0 Voti)

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Storie di piccola straordinaria ordinarietà.
Per la prima volta nella mia vita decido di farmi il vaccino antinfluenzale. È una precauzione in più. È venerdì. Telefono al mio medico e mi risponde la segretaria, che mi dice che basta che vada all'Asl, e mi dà tutti gli orari: "Ma è meglio evitare il lunedì, c'è troppa gente, va bene il martedì, dalle 14 alle 14 e 45". "Ma devo venire prima da voi? Serve una prenotazione? Un'impegnativa?". "No No, basta che vai lì". Oggi martedì vado all'Asl di Arquata Scrivia, doccia, barba, autorizzazione compilata, nessuno mi ferma. Non vedo un vigile, un carabiniere, e tanti girano senza mascherina. Alle 13 e 45 sono lì. All'ingresso un'infermiera mi chiede il nome, mi cerca in una lista dove ovviamente non ci sono, poi mi ripete: "Ma cosa deve fare?". "Gliel'ho detto, il vaccino". "Ma che vaccino?". "Ma quanti vaccini ci sono? Quello antinfluenzale, ci avete fatto una testa così! Certo non quello per il morbillo!". "Allora dice che non sa, poi "Ah Sì vada qui dietro, deve girare tutto l'isolato", "Ma alla Croce Verde?", "No No, vedrà che ci sarà un sacco di gente". Faccio il giro dell'isolato, ma c'è una società privata, non sapevo facesse i vaccini per l'Asl, so che lì si paga, ma io rientro nella fascia...insomma, c'è una tenda vuota con due sedie, ma neanche un'anima. C'è un campanello, con su scritto "suonare". Suono, non risponde nessuno. Suono ancora, poi noto un cartellino: "Per i dottori Pinco, Pallino e Caio, le vaccinazioni sono sospese fino all'arrivo delle nuove dosi". Vabbé, non sono il mio dottore, ma le faranno solo per i mutuati di quei dottori? Boh, suono ancora, poi leggo un altro cartellino: "Apertura alle 15". Torno all'Asl, dalla stessa infermiera e chiedo chiarimenti. "Non ne so nulla di vaccini, ma se vuole può aspettare la segretaria del suo dottore. arriva alle 15", "No grazie, la chiamerò, io non abito qui". Torno a casa, pazienza per il pranzo saltato e il tempo perso. Dopo le 15 chiamo la segretaria. Mi attaccano il telefono due volte. Alla fine chiamo il mio medico al cellulare, mi risponde la segreteria telefonica e lascio un messaggio non proprio calmo calmo...sono le 15,30, finalmente posso mangiare qualcosa. Però porca pupazza, che abbiamo tutti, tempo da perdere? Andiamo bene, povera Italia, povera sanità, poveri noi. E andate al diavolo voi e quella merda di vaccino, che poi sto benissimo, se non me le fate girare!!!

Collegati o registrati per discuterne sul forum o lasciare un commento

Link sponsorizzati

Leggi anche:

pubblicità

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to Twitter